Trova lo straordinario nell’ordinario – Impariamo ad essere grati – Life coaching

gratitudine elemento del successo
Condividi sui Social

Giorno due:

L’articolo di ieri mira a darvi gli strumenti per mettersi in gioco, iniziare il cambiamento e osare.

L’articolo di oggi si concentra sul primo step da intraprendere per ottenere  qualunque forma di successo voi intendiate raggiungere.

Il primo passo si chiama gratitudine.

Il nostro cervello è abituato a concentrarsi sulle cose negative piuttosto che avere una visione oggettiva ed elastica della vita. Questo accade nel nostro lavoro, nelle nostre relazioni, nella nostra vita. Abbiamo la cattiva abitudine di porre tutto il nostro focus su quei piccoli difetti o problemi che ci perseguitano, piuttosto che concentrarci su tutto ciò che  già siamo e possediamo.

E’ la teoria del secchio d’acqua cristallina e la goccia di fango … il nostro cervello interpreta le circostanze negative come quella goccia che cade nel secchio d’acqua. Non importa quanta acqua pulita ci sia, basta una goccia di fango che inquina tutto il secchio. Cosi come basta un piccolo difetto nel nostro parter che non riusciamo più a vederne le qualità .

Nel mio precedente  articolo sulla gratitudine, che vi invito assolutamente a leggere, scrivo:

Incominceremo a provocare il cambiamento quando avremo piena coscienza delle nostre responsabilità. Quando smetteremo di attribuire agli altri l’esito della nostra felicità.Viviamo nella grande illusione che noi siamo eterni, che tutto quello che siamo e che abbiamo sia scontato , così come diamo per scontato il bacio del buongiorno del nostro partner, il saluto di un genitore o la carezza alla propria bambina. ( leggi tutto… merita )

Tendiamo a focalizzarci su ciò che ci manca piuttosto che porre l’attenzione su tutto quello che già abbiamo. Siamo infelici perché non abbiamo la casa dei nostri sogni, il fisco ci persegue , le tasse non ci lasciano respirare, desideriamo il barbecue nuovo e non capiamo come far funzionare meglio la nostra azienda…

Tuttavia non siamo eterni, e ciò che adesso diamo per scontato potrebbe non esserlo in un secondo momento .

Guardare il mondo attraverso gli occhi della gratitudine ci aiuta a porre il nostro focus innanzitutto su ciò che abbiamo, stabilire un punto di partenza e da lì ottenere la spinta positiva necessaria ad andare incontro alle avversità, il fisco, la casa nuova e il barbecue!

Incominciamo con essere grati verso noi stessi. Essere grati di essere vivi, probabilmente al sicuro e in un luogo dove non piovono bombe.

Questa semplice constatazione, così semplice, così ingenua, se accolta con piena consapevolezza potrebbe già contribuire ad essere un antidoto contro l’infelicità.

Sono vivo e sono grato di esserlo.

Non sono un cultore della filosofia new age nè tantomeno adepto di nessuna forma religiosa nè credo. Io credo nel fare.  Credo nel costante, progressivo e infinito miglioramento. Il mio scopo nella vita è quello di riuscire ad essere la versione migliore di me stesso e  riuscire ad aiutare chi si rivolge a me ad ottenere un grado superiore di successo, benessere e realizzazione.

Ricordiamoci che la felicità non proviene dall’esterno ma è il raggiungimento di uno stato interno che si manifesta verso l’esterno. La felicità è una decisione, è responsabilità e consapevolezza.

Una delle pratiche più concrete per iniziare il nostro percorso verso una migliore versione di noi stessi è la pratica della gratitudine.

“Ho maledetto il fatto di non avere le scarpe finché non ho incontrato un uomo senza piedi”

La gratitudine giornaliera è l’antidoto contro la paura di agire e l’infelicità

La Prima cosa da fare è comprare un diario. Che terrai con te per tutto il periodo di questo programma. Domani vedremo cos’altro scrivere in questo diaro!

La seconda cosa da fare è scrivere ogni giorno le cose per cui sei grato oggi.

Qualunque cosa. Siediti in un angolo tranquillo, apri il tuo diario ed inizia la giornata con ciò per cui TU sei grato.

Avere due gambe, poter fare colazione, sorseggiare un buon caffe… Dalle cose  più semplici a quelle più grandi. Impara ad essere grato per ciò che sei . Questo allena la mente.

La gratitudine è un muscolo e allenandolo saremo in grado di osservare la nostra vita con occhi sempre nuovi e fronteggiare le avversità in maniera più efficiente.

Prova a scrivere 10 cose al giorno per cui sei grato, che potranno anche ripetersi e che alleneranno i muscoli della tua mente a concentrarsi sui miracoli della vita piuttosto che i difetti che solitamente ci turbano.

Sono grato di essere vivo, sono grato di essere qui a scrivere questo articolo…

 Leggete l’articolo sulla gratitudine per scoprire la mia personalissima pratica giornaliera, magari potrebbe essere fonte di ispirazione .

Come scritto ieri

Io mi impegno al 100% per condividere con voi tutto quello che ho studiato investendo decine di migliaia di euro in formazione, corsi e viaggi .

Voi, da parte vostra vi impegnate a leggere con attenzione, commentare e coinvolgere tutti coloro che potrebbero trarre aiuto da questo programma.

Ho deciso che voglio contribuire al miglioramento e al benessere di quante più persone possibili.

Da solo tuttavia rimarrà solo un bel sogno.

Insieme è una realtà che comincia.

Se ti manca il primo articolo lo trovi qui

 

INIZIAMO INSIEME:

Scrivi nei commenti le 10 cose per cui sei grato oggi:

Ricordati di condividere schiacciando sull’icona del tuo social qui in basso o sulla tua sinistra se utilizi un cellulare

Fai diventare la pratica della gratitudine un’abitudine giornaliera.

Ti cambierà la vita.

Ci vediamo domani, se non vuoi mai perdere un articolo iscriviti alla mia newsletter ( Nessun Funnel Marketing dei miei stivali, stai tranquillo 🙂 ) 

 

© 2019 Pura Vida Coaching ! P. IVA 01833230897