Smettila di Procrastinare, basta rinviare la tua Felicità

Condividi sui Social

Guardati intorno. Noterai anche tu molte persone che sono bloccate dal timore di fare, dalla paura profonda di sbagliare o essere giudicate. E sempre più individui vengono affetti dal virus del rimando. Un’infezione che è profondamente deleteria, autodistruttiva e sabotante.

Procrastinare equivale a NON vivere. Nulla di più inutile di avere la tendenza a rimandare un ‘azione, un esame, una separazione una decisione..

La tua paura si alimenta di quello che che continui a rimandare.

Alla base del rimandare, vi è sempre la paura. Prova a riflettere.

Se la tua vita è bloccata, se non trovi il giusto slancio, se non hai il fuoco nelle vene per realizzare i tuoi sogni e le tue ambizioni…

Allora, perché continui a procrastinare?

Ti fa sentire al sicuro.

Rimandare è una certezza. Non fai, non agisci, e rimani nel porto sicuro delle cose conosciute.

Rimandare una decisione significa posticipare il cambiamento, perché cambiare potrebbe portare a delle conseguenze incerte ed imprevedibili.

Si tratta di barattare il conforto di un luogo sicuro con il mare aperto. Non sei certo di dove andrai.

Anche un esame che decidi di procrastinare, non lo fai perchè non hai studiato, lo rimandi perchè sostenerlo equivale ad affrontare una prova e questo può tradursi in fallimento.

E’ la paura a bloccarti, ad impedirti di scegliere e indurti a procrastinare.

Paura, emozione primaria e paralizzante per eccellenza, quella che ti trattiene e che sembra dirti “lascia perdere e se poi va male?”

Chi procrastina non decide, chi non sceglie è inevitabilmente in balia di chi sceglie per lui.

Se rimandi non vivi pienamente. Sarai sempre come in attesa di qualcosa che da se non accadrà mai.

La consapevolezza è alla base delle tue azioni. Essere consapevole di cosa le spinge o le frena è fondamentale per riuscire a prendere in mano le redini della propria vita.

L’essenza del coaching sta nello sviluppo della consapevolezza e della responsabilità, che per antonomasia è il contrario di procrastinare. 

Alla base del VERO COACHING ci sono 4 pilastri che sorreggono il ponte verso la felicità ed il benessere:

  • Responsabilità
  • Consapevolezza
  • Azione
  • Autonomia

Il coaching è dunque l’arte opposta a quella di rimandare…

Quella data che rinvii da tempo, L’ultimo esame della tua facoltà, telefonare a quella persona, iniziare il tuo Business , non sono mete utopiche, ma possibili traguardi se applichi i principi del coaching. 

Avere un compito importante, un progetto, ci porta ad essere soggetti a paura ed ansia.

Che sia un compito in classe, cambiare lavoro, cambiare vita, iscriversi in palestra, un cambiamento produce sempre delle emozioni forti.

Il nostro meccanismo naturale di difesa contro lo stress diventa ignorare queste emozioni e procrastinare. 

 Ignorare i propri compiti e doveri  fino all’indomani ci fa sentire in pace.

Procrastinare diventa un modo per alleviare l’ansia nel breve termine.

Una forma di antidolorifico. Ci toglie il sintomo ma il problema rimane.

 

Procrastinare dunque ci porta a sperperare le opportunità, danneggiare la nostra reputazione, rovinane le relazioni e la propria autostima, senza parlare del fatto che ci rende In-Attivi.

La consapevolezza delle nostre azioni potrebbe essere il rimedio al motivo per cui procrastiniamo ed è il primo passo verso l’eliminazione di questa cattiva abitudine.

Come Smettere di procrastinare e agire adesso?

La prima cosa da fare è notare la resistenza.

Nel momento in cui posticipiamo, fermiamoci un attimo a capire quel’e la reale emozione che percepiamo.

Noia? Paure di fallire? Preoccupazione ?

Da cosa deriva? 

I tuoi obiettivi sono troppo sfidanti? hai bisogno di altre competenze? Devi migliorare il tuo piano d’azione?

Devi trovare la fonte del tuo rimando e attaccare alla base.

Tieni a mente la posta in gioco…

Cosa succederà se continui a dilungare?

A quali emozioni e ripercussioni andrai in contro?

Alleviare momentaneamente la nostra ansia è una valida alternativa ad uno stress prolungato e sicuramente peggiore?

Stabilisci un premio per te quando compi le azione che ti sei prestabilito. Premia la tua volontà ed audacia.

Concediti qualcosa che ti faccia sentire bene dopo una lunga sessione di lavoro o di studio.

Una gratifica ti aiuterà ad alleggerire il carico di lavoro percepito ed essere più motivato a continuare a non procrastinare.

 Allena la tua capacita e di Mantenere il focus e la concentrazione

Quando si presentano le distrazioni hai la naturale tendenza a rimandare ciò che ti provoca emozioni poco piacevoli.

Una distrazione come lo squillo di una notifica, un magazine, la vibrazione del cellulare , danno scariche adrenaliniche difficili da poter tenere a bada.

Il tuo cervello cercherà di direzionarti verso la scelta meno stressogena e il rischio di continuare a rimandare è sempre in aguato.

Devi evitare che nel periodo di tempo che dedichi ai compiti prestabilita tu possa ricevere distrazioni.

Lavora in un ambiente che non evochi desideri o tentazioni. Allontana il cellulare e decidi di dedicare il tempo neessario al compito, dando importanza a ciò che ti trascini da più tempo o quello che reputi più importante.

 

Concentrati solo sul momento presente

Guida la via verso il progresso e la possibilità di crescita

Alimenta la tua concentrazione e spegni le distrazione

 

Molte ricerche hanno dimostrato che la forza di volontà è come un muscolo. Nel momento in cui inizi a fare ciò che hai sempre rimandato, vai a ricondizionare il tuo cervello, aumenti la forza di volontà e quindi riesci ad eliminare la tendenza a rimandare le cose.

Un altro  elemento per combattere la procrastinazione è l’Esercizio Fisico. Ho già parlato, in precedenza, dell’importanza dell’attività fisica.

Molte ricerche hanno dimostrato che, mentre facciamo attività fisica, le cellule cerebrali si rigenerano, sviluppiamo un’enorme resistenza all’effetto del cortisolo, e rilasciamo endorfine, serotonina e dopamina. Quindi siamo più motivati ad agire.

Smettila di Autosabotarti.

Abbiamo una naturale remora and  andare verso qualcosa di nuovo, di sconosciuto.

Dobbiamo imparare a riconoscere le nostre emozioni e valutarle con oggettività.

Quando ho compreso il motivo delle mie paure e valutato le conseguenze dell’inazione,  ho scoperto che non stavo facendo altro che autosabotarmi ed ho iniziato a produrre cambiamento.

Solo in quel momento di consapevolezza, sono veramente riuscito a cambiare le regole del gioco.

Ricordati di non avere un giudizio negativo nei tuoi confronti, osservati senza entrare nel loop della critica e decidi SUBITO quali sono le tue prossime azioni.

Se vuoi farti una chiacchierata con un coach professionista, raccontarmi i tuoi obiettivi e sogni CONTATTAMI

© 2019 Pura Vida Coaching ! P. IVA 01833230897