Perchè non riusciamo ad essere perseveranti e procrastiniamo? Autostima

autostima
Condividi sui Social

Ieri abbiamo parlato di come rendere ogni Giorno ECCEZIONALE

Una lettrice, impressa dal contenuto, mi ha avanzato una domanda molto interessante che anticipa gli altri argomenti di questo programma.

La domanda era:

Per certe cose nasce naturale perseverare, per altre no. Per alcune azioni mi rialzo finché non raggiungo il mio l’obiettivo. Altre volte invece non riesco a scovare  la grinta e la disciplina per avere la giusta perseveranza. Per esempio, nel mio studio dell’inglese. Credo che non mi piaccia affatto, nonostante conosco l’utilità della lingua.Come mai?

In passato scrissi questo articolo che potrebbe essere molto utili ai fini del goal setting: PERCHE NON FACCIAMO LE COSE

Descrivo la carenza di motivazione e perseveranza come conseguenza diretta di obiettivi poco chiari e poco performanti.

In questo Articolo  trovi una chiara guida al goal setting, che ti aiuterà a stabilire con maggiore precisione ed efficacia quali siano i tuoi reali obiettivi e come agire.

Ma quali sono i fattori principali, oltre al goal setting, che entrano in gioco quando non riusciamo ad avere motivazione ?

Uno dei principali è l’autoefficacia.

L’autoefficacia è la percezione che abbiamo di noi stessi in merito al saper fare qualcosa. E’ la  consapevolezza di essere in grado o meno di dominare certe attività. In base alla nostra percezione e di conseguenza, alla nostra autoefficacia, riusciamo a mantenere alta la motivazione o al contrario appiattirla completamente.

Avere una cattiva percezione delle nostre abilità ci fa sentire inadatti e incapaci. Potremmo percepire che lo sforzo necessario per compiere una determinata azione è troppo complesso o grande rispetto alle nostre capacita .

La buona notizia è che l’autoefficacia non è altro che una credenza, esattamente come tutte le altre credenze che abbiamo visto nelle pagine di questi articoli.

Se sei disposto a lavorare su te stesso il coaching ti aiuta a pianificare il tuo allenamento, rielaborare le convinzioni e convertire le tue azioni in performance.

Allenare l’autoefficacia è la via più breve e diretta verso un miglioramento esponenziale della propria autostima.

Autostima e Autoefficacia sono intimamente interconnesse.

L’autostima, a differenza dell’autoefficacia, è un giudizio di valore che attribuiamo noi stessi.

Non riguarda un azione specifica, “non riesco ad imparare l’inglese” ma piuttosto un giudizio globale legato alle sfera dell’essere “ io non sono in grado di fare nulla”

Una convinzione che in alcuni casi può essere deleteria per il raggiungimento stesso della felicità.

Lavorando sulle nostre azioni e convinzioni attraverso l’autoefficacia si innalza anche il giudizio nei nostri confronti, spianando la strada verso la felicità e il benessere emotivo.

Quando hai una bassa autoefficacia in merito ad una specifica situazione, comunicherai con te stesso in maniera negativa, probabilmente ti dirai NON CI RIESCO e utilizzerai frasi come:

Non sono portato, non imparerò mai l’inglese, non mi piace per niente.

Ti è mai accaduto?

l’autoefficacia è una convinzione e come tale siamo in grado di comprendere da dove deriva e ristrutturarla in maniera tale da trasformala da disfunzionale a funzionale. Nei prossimi capitoli parleremo proprio del COME.

Il secondo motivo che ci porta a non agire è la convenienza a breve termine del  procrastinare.

Pensiamo che ci saranno tempi migliori per compiere una determinata azione. Ci armiamo di un set di scuse, pronte ad essere tirate furi appena si presenta la l’occasione.

Il pensiero di fare qualcosa, in questo caso imparare l’inglese, ci trasmette delle emozioni che non siamo capaci di gestire.

Preferiamo dunque, una soluzione che ci appaga nel breve termine, come rimandare lo studio, a sfavore di un risultato a lungo termine

Prova a domandarti:

  • Quale il vero motivo per cui non ti piace ?
  • Cosa intendi specificatamente per non ti piace?
  • Quali emozioni provi al pensiero di dover studiare l’inglese ?

Spesso capita che l’emozione principale è la paura del fallimento. Il timore di intraprendere qualcosa di più grande delle nostre possibilità ( ritorna l’autoefficacia!)

Quando mi sono trasferito a Cipro non parlavo una parola d’inglese. Facevo letteralmente schifo. Mi ero convinto che non sarei mai riuscito ad imparare l’inglese e che era una lingua pessima. Tutte scuse.

Avevo paura di non riuscire ad eccellere.

Solo quando sul piatto della bilancia ho trovato qualcosa di più importante della mia paura di fallire. Solo  quando l’emozione negativa proveniente dall’imparare l’inglese era comunque minore rispetto al dolere di dover ripetere un anno. Ho trovato la mia motivazione.

Si agisce mossi da ispirazione o disperazione.

Il terzo motivo che ci rallenta è la consapevolezza dei nostri PERCHE

Dietro ogni obiettivo esiste un perché. Se non lo troviamo , il fuoco della nostra passione si estinguerà a prima difficoltà. La chiarezza e la consapevolezza sono alla base del vero cambiamento e del raggiungimento di un obiettivo.

L’energia cinetica che ti farà muovere sarà prodotta dal combustibile dei tuoi REALI perché. Le ragioni arrivano prima delle domande. Trova la tua ragione, trova il tuo Perchè, il motivo che muove le tue azioni, il fuoco che arde dietro il tuo desiderio e le risposte arriveranno di conseguenza. Se non hai un buon Perchè, non avrai abbastanza grinta per sfondare i muri e le difficoltà. 

Leggi assolutamente questo articolo qui sui “Perchè”

In breve:

  1. trova le reali emozioni dietro le tue scuse
  2. capisci cosa realmente ti porta a non agire
  3. allena la tua autoefficacia e autostima con il coaching
  4. ristruttura le tue credenze limitanti
  5. capisci cosa c’è in ballo… trova il peso della bilancia
  6. Scova i tuoi perchè

Ci vediamo domani 🙂 Non dimenticare di iscriverti alla nostra Newsletter, 

Scaricare il pdf sugli obiettivi e sulle potenzialità

Applicare quello che abbiamo appreso fino ad oggi! 

Cosa crea una buona vita? Lezione tratta dallo studio sulla felicità più lungo mai fatto

5 Cose da cui non farsi mai controllare per vivere meglio

© 2019 Pura Vida Coaching ! P. IVA 01833230897